Il mio teddy

Il mio teddy
Se vi piace qualche mia creazione, contattatemi

venerdì 27 ottobre 2017

DI NUOVO AL CIRCOLO

Come tutti gli anni
da meta' ottobre a fine maggio/giugno,
dipende dal caldo che fa,
ci incontriamo presso lo spazio che ci concede
la Libreria Postumia di Piacenza.
Siamo un numero che varia da almeno 7 a 12 persone
e lì, lavoriamo, chiacchieriamo, ci confrontiamo
con i nostri lavori.
Maglia, uncinetto, ricamo, patchwork, macrame'
e.......
quest'anno abbiamo iniziato subito
con una nuova tecnica

LE CANNUCCE DI CARTA

Aurora, amica del nostro gruppo, e' amante di questa tecnica
ed ha gia' creato moltissimi oggetti
tutti bellissimi
così quest'anno abbiamo deciso di regalare a Natale,
come facciamo tutti gli anni,
qualche oggetto creato da noi per le titolari e le commesse
della libreria.
Con la sua supervisione e preparazione
ci siamo immerse in volantini di supermercati,
colle, forbici, ferri da calza, supporti vari
e via....

cannucce a gogo'





queste son le mie (per ora)

ieri pomeriggio sono andata a far spesa in alcuni supermercati
ed ho fatto un po' di scorta di materiale


che ne dite? troppi??
beh! sapete! servono di molti colori
e tante, tante, tante cannucce
per sbizzarrirsi un po'.
E comunque ce ne lasciano sempre tantissimi nella cassetta
della posta che in genere vengono buttati,
almeno noi cerchiamo di dargli un giusto valore
ed un bel posto dove essere utili
e nuova vita

Passate e trovare


ha pubblicato dei libri sull'argomento
ed ha molti video tutorial su you tube
dove spiega tantissime cose che aiutano
in questa bella e divertente tecnica 

Per chi e' interessato alla mia Chanel,
esattamente un mese fa veniva ricoverata per la prima volta
poi dopo circa 15 giorni un altro ricovero 
date le sue gravi condizioni.
Diagnosi iniziale lipidosi epatica, smentita poi dalla
seconda diagnosi (sembra che io non avessi capito bene..........)
di colangite colangioepatite,
in pratica non dissimili, e che hanno in comune
problemi di fegato, ittero, dimagrimento ecc.
Oltre alla terapia,
fondamentale e' l'alimentazione per la sua ripresa,
cosa che non avveniva.

Questa domenica, visto che in un paese vicino
c'e' un veterinario che e' sempre aperto,
l'abbiamo portata per un altro parere.
Sembra trattarsi di un avvelenamento e relativa intossicazione
da alimentazione
in pratica puo' aver mangiato nel giardino qualche animaletto
che le ha creato il dimagrimento e l'ittero.

Tolti subito gli antibiotici
che fanno peggio,
iniziata la nuova terapia omeopatica
con tre iniezioni al giorno,

Premetto che comunque dal venerdi aveva appena ripreso a mangiare
solo crocchette, ma almeno mangiava.
Ora mangia tutti i giorni, quasi esclusivamente crocchette,
non vuole altro, poco, ma mangia.
E' piu' socievole, fa le fusa e non si nasconde piu' sotto al letto.
Ha ripreso due etti, ce ne vorra' di tempo per riprendere i due chili persi,
e non voglio cantar vittoria
ma spero!!

Non so che dire
hanno sbagliato tutto da una parte e azzeccato dall'altra??
oppure stava pian piano rimettendo a posto il suo organismo
tirando fuori le tossine tutto da sola??

NON LO SO
importante che ne venga fuori

buona domenica a tutte

io vado a ......... cannucciare!! 
I




 
 

10 commenti:

  1. Cara Francesca, tante volte ci domandiamo se è necessario fare tante cose, poi vediamo che sono utili.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Per prima cosa sono molto contenta che la piccola si stia riprendendo!!Speriamo prosegua così.Purtroppo,come per noi umani,ci affidiamo ai dottori e dobbiamo solo avere fortuna che siano in gamba e sappiano fare bene il proprio lavoro.
    Riguardo le cannuccie ci ho provato anche io un paio di anni fa.Poi non ho approfondito ma ho amiche che fanno lavori stupendi con le cannucce di carta!

    RispondiElimina
  3. Sai che mi sono messa a ridere a più non posso ..... ti spiego ho letto i materiali ....okkey arrivoa i ferri da calza e mi viene automatico pensare ... e ora che farà si mette a sferruzzare cannucce di carta :))) mamma che ridere .... beh conoscendoti infatti questa tecnica ti mancava ....scommetto che farai capolavori ... tante coccole alla tua Chanel ... ci voleva un po di sollievo ... baci

    RispondiElimina
  4. Si, hai ragione, l'importante è che si riprenda al più presto povera piccola!
    Riguardo alle cannucce io ne ero più entusiasta tempo fa, poi ho perso un po' la motivazione, ci vuole un sacco di tempo...ma per Natale magari qualcosina farò ancora.

    RispondiElimina
  5. Oh Francesca prima di tutto c'è Chanel! son contenta che abbia preso due etti ...l'importante è uscire dal tunnel!

    Per quanto riguarda le cannucce io ti devo dire che mi affascinano veramente e dopo aver visto i bei libri e i lavori di Germana Contini son rimasta incantata ancor di più...peccato non sia riuscita ad iscrivermi al suo blog.
    Un abbraccio,
    Laura

    RispondiElimina
  6. auguri per la tua Chanel e buon lavoro con le canucce!!! Buon fine settimana Lory

    RispondiElimina
  7. E' inaudito! Allora non avevano capito niente! A noi è successo con il nostro primo Akita americano. Il primo veterinario ha sbagliato diagnosi, l'abbiamo scoperto troppo tardi e l'epilogo fu tragico. Spero che a Chanel sia andata meglio e che si riprenderà al più presto. Il fatto che mangi lascia ben sperare.
    Un abbraccio e buona creatività con le cannucce.
    Rosa

    RispondiElimina
  8. Good wishes that there will be a fast recovery and I hope the pounds lost will soon be found and gained. A lovely Sunday to you.

    RispondiElimina
  9. Ciao in bocca al lupo a Chanel, vedrai che pian piano si riprenderà....Belli i lavori con le cannucce ho un'amica bravissima che faceva borse ed altri oggetti bellissimi...

    RispondiElimina
  10. Innanzitutto tantissimi auguri per la gatta! So cosa vuol dire!
    Di cannucce ne abbiamo preparate un tot anche mia nipote ed io con l'elenco del telefono, solo che poi non siamo state capaci di farci niente e adesso riposano in un cassetto...
    Buona settimana e buon lavoro
    sabrina

    RispondiElimina