Il mio teddy

Il mio teddy
Se vi piace qualche mia creazione, contattatemi

lunedì 25 giugno 2018

FRIDA KAHLO. OLTRE IL MITO


Dal 1 febbraio al 3 giugno di quest'anno
il MUDEC di Milano
ha ospitato
 tutte le opere provenienti dal museo Dolores Olmedo
di Citta' del Messico
e dalla Jacques and Natasha Gelman collection
le piu' importanti collezioni di
Frida Kahlo
al mondo
Con oltre 350.000 visitatori
e' entrata nella top ten delle mostre
piu' visitate di sempre.

Mia figlia, che si trova a Milano x studio,
Economia e Conservazione dei Beni Culturali,
e scrive articoli su testate del settore,
non poteva mancare.

Ne e' rimasta folgorata.

Mi ha riportato un piccolo regalino
una calamita


Sulla scia di questo personaggio
sono andata a vedere immagini su Pinterest
ed ho trovato un grazioso segnalibro
che ho subito copiato



Ho trovato originale il modo di essere costruito.
Di solito il segnalibro resta all'interno
lasciando, penzoloni, due nastrini, in cima e in fondo
questo invece ha la decorazione sul davanti del libro
e cio' che tiene il segno della pagina,
e' un elastico.
Geniale!!

Mi ha dato l'idea per farne altri,
costruiti in questo modo,
ma con soggetti
"gattosi o canini"
per l'associazione cui do una mano
"Pelosi coraggiosi"

Nel frattempo,
per chi volesse notizie,
le vendite dei portatutto in feltro,
sono andate benissimo,
i 27 portatutto sono stati venduti 
e subito ne ho fatti altri 42 per la fiera di
Sant'Antonino di Piacenza
il 4 di luglio.
Nel frattempo ho decorato anche 4 pochette in balsa,
sempre x la fiera
ho ripreso in mano i miei pennelli e via





Un abbraccio a tutte






giovedì 7 giugno 2018

LIFE IS BETTER WITH CATS

Lo so, mi sto ripetendo,
gatti, gatti, gatti,
borse, borse, borse,
ma questo e' il periodo dei mercatini,
dell'aria aperta,
si esce con la famiglia, i bambini, le giostre
il gelato, lo zucchero filato, 
quelle belle focacce tipiche piacentine
come la "Chisola"

tratto dal web:


La Chisola è una focaccia con i ciccioli, i quali altro non sono che gli scarti del maiale nella preparazione dello strutto, un prodotto della tradizione contadina piacentina in particolare ed emiliano-romagnola più in generale.

La leggenda narra che Federico Barbarossa nel 1155 passò in Val Tidone con il suo esercito e, nella zona dove in seguito sarebbe sorta Borgonovo, la popolazione rifocillò lui e le sue truppe stremate e affamate con quintali di “Chisola”, tanto che l’esercito longobardo proseguì il suo cammino e non creò nessun danno agli abitanti del luogo


o ancora le pizze fritte che si gonfiano tutte,
cosi buone da sole o con delle fette di salame sopra....
solo il pensiero ti mette addosso 1 kg. in piu'...
fa niente, tanto da lunedi mi metto a dieta...

Bene, mercatini, gatti.
PELOSI CORAGGIOSI

di nuovo presenti con le nuove creazioni hand made

18 nuove borsine in tela

3 sono ricamate ricordando che

LA VITA E' MIGLIORE CON UN GATTO

le altre in applique' con tutti tessuti colorati
con soffietto laterale, bordo in alto con stesso tessuto del gatto
e bottoncino a pressione colorato

ED ORA
PREPARATEVI ALLA CARRELLATA
















ed ultimi, ma non ultimi, questi deliziosi gatti supercolorati
con tessuti in jersey stile anni '50




E non abbiamo finito!!!

Simonetta, la mia amica sostenitrice e attivista
in tutti i sensi dell'associazione,
acquista tutti i materiali per le creazioni in feltro
e quant'altro
ha trovato online tanti tagli di feltro double face
in tanti colori e fantasie
e con la sua macchinetta per tagliare tutte le forme
ha preparato ben 27 tra cani e gatti
che serviranno come contenitori su un mobile
o borsine per bambine,
io ho assemblato
poi l'altra mattina a colpi di colla a caldo abbiamo
attaccato tutti i musi 
e lei a casa sua ha finito di decorare con fiocchetti
e cuoricini vari

VE LI PRESENTO













Con gli stessi pezzi di feltro rimasti
ho fatto dei portacellulari graziosi
che devono essere ancora finiti di decorare,
ma arrivano presto anche loro.
Che ne dite?
Spero che ai prossimi mercatini vadano a ruba
il prossimo sara' a Rottofreno
poi quello piu' grande per la fiera di Sant'Antonino
di Piacenza,
una delle fiere piu' antiche, credo la piu' antica d'Italia
che non ha mai smesso di essere presente,
da circa 1.000 anni
escluso nel periodo delle guerre
e la peste,
che richiama sempre tanta gente
e tante bancarelle da tutta Italia

Per chi fosse interessato si terra' a Piacenza 
il 4 luglio






giovedì 24 maggio 2018

BORSE...BORSE...BORSE

Non vi siete mai imbattute su quelle immagini
di donnine in applique' o ricamate sulle borse
stile anni 50
con bei cappelli, ingioiellate, occhiali a farfalla?
che si incontrano per un the', o per ricamare
o lavorare a maglia?
Come sapete, su Pinterest c'e' il mondo intero
ne avevo trovate tante e...
archiviate, nel cassetto dei desideri.
Poi al circolo son saltate fuori queste idee,
di farci una borsa portalavoro con le casette,
poi ho tirato fuori queste immagini,
sono state accolte con entusiasmo
e....
PRONTI   VIA!!!
Ho creato subito la mia così da mostrare come dovevano
essere eseguiti tutti i passaggi fino alla fine
visto che le altre che la faranno non hanno molte nozioni
di patchwork.

Scelta dei tessuti, sempre luuuuuunghissima
questo si, questo no...
alla fine sono andata su tessuti stile anni 50, ne avevo una confezione 
da 12 x 12 cm tutti abbinati fra loro


ecco la mia versione in fase di lavorazione
applique' con termoadesiva e zigzag con la macchina





bottoncini a pressione acquistati su Amazon,
comodissimi



ed eccola qua


bella capiente, circa 45 x 40 cm. con laterale 12

Sull'onda... mi son fatta prendere la mano,
ed allora perche' non farne una da usare x uscire
con il mio soggetto preferito??







io la chiamo la mia Chanel...
ovvio, il soggetto e' proprio la mia Chanel!!

Anche qua, bottoni a gogo',
per chiuderla davanti, di lato, e all'interno per tenere le tasche
qua ho usato dei tessuti patch batik per dare sfumature naturali ai colori
le zone del viso e le zampine del gatto sono ricamate prima poi
va' messa la biadesiva (altrimenti dopo non si riesce a ricamare)
per la borsa un tessuto color cammello, preso anni fa proprio
in previsione di una borsa poi bordata con un altro
tessuto provenzale, preso in Francia
e che secondo me ci sta molto bene.

Ieri l'ho sfoggiata al circolo ed e' piaciuta molto.
In previsione ne ho altre
una in bargello ed un'altra x l'inverno
sempre applique con delle casette.

Nel frattempo continuano i lavoro per il banchetto dei gatti
sto assemblando del feltro molto bello
poi vi faro' vedere.

Nel fronte ricamo ho acquistato dei libri di Giuseppa Federici
per il punto Madama
ecco i tessuti e filato


prendero' anche altri due per il punto Sorbello o Umbro

e qualche schema acquistato di blackwork
ne ho terminato uno, che non so cosa ci faro'
ma intanto mi son divertita ad eseguirlo


Devo dire che con Giusi
siamo diventate..
Cric e croc
il gatto e la volpe....
insomma,
una le fa e l'altra le pensa
continuiamo a stimolarci a vicenda e ci innamoriamo
di tante cose da provare

e ci buttiamo e stimoliamo la mente
Divertente!!

Un bacio a tutte