Il mio teddy

Il mio teddy
Se vi piace qualche mia creazione, contattatemi

domenica 11 gennaio 2015

STINCO DI MAIALE

E' un piatto che non ho mai cucinato, mio marito me lo ha chiesto così l'ho prenotato dal mio macellaio, ho letto qualche ricetta (praticamente tutte uguali e concordi nel prepararlo al forno con patate) e così oggi era in tavola.
Nelle ricette si parla sempre di doppia cottura, una fatta in casseruola con condimenti vari per almeno un'ora, poi la seconda fatta con le patate al forno.
Io l'ho preparato così, iniziando ieri sera:
1 carotona
1 gambo di sedano
1 cipolla
tritare tutto finemente
mettere in una pentola con il rosmarino
sfrigolare un po' e aggiungere lo stinco.
Far prendere un po' di colore
15 minuti circa
ed aggiungere un bel bicchiere di vino
Da adesso in avanti ogni 15 minuti circa aggiungere
un po' di brodo vegetale
lasciando cuocere a fuoco basso e con il coperchio
Ho cotto per circa 1 ora e 40

inizio cottura


cottura in pentola ultimata



Stamattina, dopo averlo tenuto in frigo la notte
l'ho riscaldato a fuoco basso,
intanto ho lessato le patate per 5 minuti nella pentola a pressione
Ho messo patate e stinco in una teglia
(coprendo lo stinco con la stagnola)
e ho lasciato a cuocere per circa 30 minuti a 200°
Ho messo da parte tutta la salsina che si e' formata
con le verdure, in una ciotola, mettendone un po' sopra alle patate
intanto che cuocevano






Ho tagliato la carne, messa nel piatto con le patate e condita sopra
della sua salsina
Tenerissima e gustosisima
anche le patate cotte prima in pentola a pressione
erano morbidissime dentro e croccanti fuori
Non ho seguito le classiche ricette di meta' cottura in un modo
e meta' cottura in un altro,
ma preferendo piu' cottura in pentola
e meno in forno
credo di aver reso la carne piu' tenera e meno asciutta



Un ottimo pranzo
Da rifare!!

12 commenti:

  1. Complimenti Francesca, hai fatto benissimo, la cottura in forno infatti asciuga un po' troppo la carne..
    Non amo troppo lo stinco, ma mi salvo la ricetta per i miei uomini, grazie!!

    RispondiElimina
  2. Io sapevo che andava prima lessato e poi ripassato in forno perchè essendo '' massiccio'' solo con la cottura in forno sarebbe rimasto crudo all'interno e per una cottura ottimale bisognava allungare i tempi. Proverò a farlo con la tua ricetta.:)

    RispondiElimina
  3. Io lo faccio parecchie volte, ma la cottura ( per me ) va tutta in forno.Rigorosamente coperto per non farlo asciugare troppo e tolgo la stagnola solo l'ultima mezz'ora. Praticamente lavora il forno al posto mio ! Ma proverò anche la tua ricetta, sono sicura che non resterò delusa !!!
    Un caro saluto, Elena

    RispondiElimina
  4. dall'aspetto è proprio venuto benissimo .....cucinato a dovere ....brava ette pareva ....

    RispondiElimina
  5. Buono lo stinco...
    io lo faccio solo al forno con cipolla tritata fine, rosmarino e timo, bagno con vino bianco e un po di brodo .....lo copro per i primi 45 minuti (controllo che non si asciughi, altrimenti aggiungo sempre del brodo)
    poi tolgo la stagnola e finisco la cottura aggiungendo brodo se serve.
    Faccio restringere il sughetto che poi metto sopra lo stinco nel piatto....di solito lo accompagno con purè o polenta....

    RispondiElimina
  6. Este año como cada año, nuestro tren parara en alguna estación, depende de cada uno de nosotros dejar ir a la tristezas, miedos, frustraciones, malos momentos, desamor. Agradece a cada uno de ellos.. su compañía y sus enseñanzas, aunque hayan sido dolorosas, déjalos ir, déjalos bajar de este tren. Deseo que en esta parada, a tu tren suban miles de bendiciones, sueños alcanzables, amor, abundancia, fuerza y determinación para seguir tu viaje.
    Hoy en mi vagón quedaran puestos desocupados y espero te sientes a mi lado para compartir junt@s este nuevo viaje. FELIZ NUEVO COMIENZO EN ESTE AÑO 2015!!!

    RispondiElimina
  7. Esta comida debe ser riquísima!!!!!!, que lindos trabajos tienes, te felicito!

    RispondiElimina
  8. AH, lo stinco con le patate una vera delizia

    RispondiElimina
  9. un po lungo,la preparazione,ma di sicuro buono
    lu

    RispondiElimina
  10. Ci credi??? Non ho mai mangiato lo stinco ma leggendo la tua preparazione mi hai fatto venire la voglia di provare, non a farlo, mi sembra un po' impegnativo, prima lo assaggerò....
    MGrazia

    RispondiElimina
  11. bravissima anche nella preparazione "a modo tuo", ciao

    RispondiElimina
  12. complimenti ottimo piatto e per la cottura perfetta. io ho fatto lo stinco domenica ed è venuto perfetto ho fatto la cottura quasi come la tua solo che io ho aggiunto del vino bianco in fase di cottura,Ciao Francesca a presto salutami le altre ragazze del gruppo

    RispondiElimina